ASD Tivoli Marathon - C.F. 97362130581 Tel: 3667337177 ono email: tivolimarathon@gmail.com

“In ricordo di Evaristo” - di Marianna Pucci

Gennaio 2018, eravamo tanti quella sera, in occasione della cena societaria, a festeggiare il tuo settantesimo compleanno e il passaggio a nuova categoria. C’era una grande torta ed eri così felice di condividere il tuo importante giorno con noi. Un indimenticabile momento, con il discorso di elogio del compagno Nicola che ricordava le tue imprese: la maratona sotto le tre ore, le mezze maratone chiuse con tempi strepitosi, le tue vittorie e tu con quel simpatico, “stortignaccolo” sorriso eri così fiero e noi di te. Una serata tra battute, risate e immenso divertimento.
Il “trofeo Lidense” fu per te l’apertura dell’anno agonistico, eri in splendida forma, una 15 km corsa davanti ai miei occhi, increduli di tanta potenza. Chiacchieravi e ridevi tranquillamente con il tuo amico runner a passo veloce ma come a non sentire la fatica ed io che durante tutta la gara provavo invano a superarti. Non ci fu proprio nulla da fare nonostante il mio impegno, arrivasti prima a toccare il traguardo con un tempo da fare “invidia”.
A febbraio eri alla mezza maratona denominata “La Panoramica”, fisicamente malconcio, a causa di una caduta ed eri convinto di fare qualche km e sicuro di ritirarti. Nonostante tutto tagliasti il traguardo con un tempo di 1:46 e ti guadagnasti il primo premio di categoria. Rimanemmo tutti colpiti con grande stupore e ammirazione nel vederti salire sul podio perché sapevamo delle tue condizioni fisiche. Una domenica ci fu una gara molto impegnativa la “Cross Valle del Tevere”, in una giornata di pioggia, con il fango che arrivava fin sopra le ginocchia dove tu partecipasti correndo con una spalla lussate e fasciata lasciando tutti sbalorditi nell’osservare così tanta ostinazione che ti fece anche lì vincere il primo premio di categoria. Avevi iniziato alla grande poi arrivò il silenzio, l’assenza, qualcosa ti stava allontanando dalla tua passione. Ti incontrai per caso e il tuo volto presentava i segni del dolore evidenziando un forte cambiamento in te e nella tua vita ma avevi voglia di parlare solo delle corse e della prossima gara. Dopo pochi giorni eri a correre la “Maratonina di Villa Adriana” poi ancora la “San Luigi” in una giornata caldissima dove arrivasti al traguardo affettuosamente accompagnato dall’abbraccio del nostro Presidente Marco Morici. Avevi un sogno, quello di vincere un premio al Cortocircuito e mi raccontasti che secondo i tuoi calcoli, e per la categoria avresti potuto farcela.
Quanta caparbietà hai dimostrato, quanto amore per la corsa, più forte di ogni dolore, quella “dannata” voglia di adrenalina come a voler cercare un conforto.
“La vera malattia per te era la corsa”, anche se può sembrare fuori luogo e banale, questa frase non lo è perché esprime un significato profondo e chi ti ha conosciuto veramente e ti è stato vicino fino all’ultimo, ne è consapevole. Sei stato un grande guerriero “lottando” con le unghie e con i denti per quell’ambito premio e anche se non ce l’hai fatta, noi comunque quel giorno la nuova canotta TM te l’abbiamo portata perché ci piace credere, anzi ne siamo certi che lassù potrà esserti utile. Ora sei libero di correre, corri Evaristo, corri veloce e fatti valere come solo tu sai fare. Arrivederci Evaristo, ti ricorderemo come un grande combattente e resterai sempre nei nostri cuori.
Con affetto la tua squadra la “Tivoli Marathon”.